Cookies

Il sito della Stora Enso utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente. Continuando la navigazione si acconsente all’uso di tali cookie. Le impostazioni del browser possono essere modificate in qualsiasi momento. Per maggiori informazioni sui cookie si vedano le nostre disposizioni sulla privacy e sui cookie.

Legno riduce le emissioni di CO2

Costruire avendo un occhio di riguardo per il consumo energetico e le risorse è nell’interesse di tutti. Il legno è una materia prima naturale ricrescente, disponibile ovunque in abbondanza. Anzi, la sua presenza continua ad aumentare in misura maggiore rispetto al nostro consumo. In Austria ogni 40 secondi se ne rigenera un quantitativo sufficiente a costruire un’intera casa in legno. Durante la sua crescita un albero assorbe anidride carbonica dall’atmosfera. L’edificio in legno massiccio trattiene in sé il carbonio per centinaia di anni. Contemporaneamente, grazie all’azione dell’energia solare e della fotosintesi, crescono nuovi alberi che catalizzano altra anidride carbonica. 1 m³ di legno è in grado di legare ca. una tonnellata di CO2, il che vuol dire che usando il legno si contribuisce attivamente a ridurre l’effetto serra. Se poi, dopo secoli di impiego, si va a smantellare una casa in legno, quel che resta non sono detriti inutili, ma materiale ancora utilizzabile. Singoli elementi si possono, infatti, riciclare, il resto finisce nella produzione di energia.

 

Documenti:

» Valutazione LCA – Holzforschung Austria